News

    Published on aprile 11th, 2015 | by Meteo Pinerolo

    USA ed i Tornado: la stagione parte con il botto!

    1911135_773765756070862_2672153955223368348_o

    Parte alla grande la stagione dei tornado negli U.S.A, sono infatti moltissimi i tornado formatisi negli ultimi giorni (7 o piú solo nella giornata del 9 aprile!).

    tornado 2

    Tutta colpa di una discesa di aria fredda dal Canada verso le grandi pianure americane che, come spesso accade, ha generato un forte richiamo di aria molto calda e umida dal Messico. In brevissimo tempo si è dunque creata una situazione esplosiva, i forti contrasti tra le due differenti masse d’aria, l’umidità e una alta temperatura in prossimità del suolo sono infatti le condizioni necessarie per forti temporali. Ma in che modo? I forti contrasti tra la massa d’aria fredda e quella più calda si identificano in una forte differenza di pressione orizzontale. Questa differenza di pressione è elevatissima in alta troposfera, si forma cosí una forte corrente tra gli 8000 e i 12000m di quota, il jet stream.
    Questo fiume impetuoso di alta quota è importantissimo per la formazione dei temporali. Sotto il suo ramo ascendente (immaginatevi la saccatura come una “U” con verso antiorario), al livello del suolo, viene a crearsi una zona di convergenza che determina l’innalzamento delle masse d’aria calda presente al suolo. Queste masse d’aria condensando danno origine alle nubi temporalesche. Un’altra causa dell’innalzamento delle masse d’aria si può ritrovare nell’incunearsi dell’aria fredda (più densa e dunque più pesante) in arrivo da nord al di sotto di quella calda e leggera presente, innalzandola.
    Il “jet stream” è anche importantissimo per la formazione delle supercelle (in genere i temporali più violenti e che danno origine ai tornado più violenti).
    L’aria caldo-umida al suolo è invece il vero e proprio serbatoio di energia dei temporali. Quest’avvenzione di aria calda alimenta i temporali può generare condizioni instabili in pochissimo tempo e l’apporto di energia è veramente elevato (si parla di valori di cape nell’ordine dei 4000j/kg nei giorni scorsi, una spinta verso l’alto elevatissima). In questi casi i cumulonembi danno visivamente l’impressione di esplodere verso l’alto.
    Questa capacità di accumulare grandi quantità di energia in cosí poco tempo è una importante caratteristica delle Plains, in Italia ad esempio, accumuli (quasi) cosí elevati si possono avere solo dopo diversi giorni di anticiclone Africano e temperature di 35gradi. Infine un’altra fondamentale caratteristica è l’assenza di barriere naturali (come le alpi) che rallentano e ostacolano le perturbazioni da nord.
    Tutto questo mix e non solo fanno delle Plains americane in luogo perfetto per i temporali più violenti del pianeta.

    Articolo a cura di: Stefano Salvatore – Tornado in Italia

    tornado 3

    Ecco alcuni dei video più impressionanti di questi giorni di passione:










    About the Author

    Meteo Pinerolo, portale di meteorologia del Pinerolese, previsioni ed aggiornamenti costanti a cura di Flavio Cappellano e Giulio Beltramino.



    Back to Top ↑

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie, o cliccando su Accetto acconsenti al loro utilizzo maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi