News

    Published on marzo 23rd, 2016 | by Meteo Pinerolo

    Il Tempo col Binocolo: classica variabilità primaverile per almeno una settimana

    Quello di mercoledì scorso è stato l’ultimo colpa di coda invernale di questo mese di marzo (l’ultimo di questa stagione primaverile?), che ha avuto il merito di portare altra neve abbondante sulle Alpi occidentali oltre i 1000 metri.

    Dallo scorso weekend il tempo si è riportato su binari tipicamente primaverili come è normale che sia, senza per ora ondate di caldo quasi estive che in anni recenti già erano avvenute a cavallo tra marzo e aprile. Fino ai primi di aprile sembra che le temperature non abbiano alcuna intenzione di puntare decisamente verso l’alto, oscillando invece vicini alle medie di fine marzo / inizio aprile; il tutto accompagnato da una spiccata variabilità, con alternanza di giornate soleggiate e miti e altre compromesse dal passaggio di alcune perturbazioni atlantiche.

    Da ora fino al weekend pasquale dovrebbero transitare almeno un paio di fronti perturbati da ovest: uno nella giornata di sabato che però dovrebbe interessare solamente il nord-est lasciando a secco le nostre zone, il secondo tra Pasqua e Pasquetta, la cui traiettoria e consistenza sono ancora oggetto di scontro tra i modelli matematici (vengono proposti scenari di tempo fortemente perturbato alternati ad altri di maltempo solamente moderato e di rapida dinamica).
    Sarà comunque compito della classica rubrica del giovedì riuscire a fare piu’ chiarezza sui dettagli del peggioramento pasquale…

    A prescindere da ciò che avverrà tra Pasqua e Pasquetta, la situazione barica a livello europeo vedrà ancora protagoniste le correnti perturbate atlantiche, pur senza proporre una seria perturbazione verso l’Italia ma piuttosto un veloce passaggio di piu’ corpi nuvolosi con direttrice ovest-est e con maggiore interessamento dell’Europa centrale:

    mappa 500 hPa europa

    La cartina soprastante, riferita a martedì prossimo, mostra appunto il “fiume” di correnti atlantiche dall’oceano verso l’Europa centrale, con interessamento piu’ marginale del nord Italia. Le alte pressioni sono posizionate piu’ a sud a latitudini nord-africane, mentre per vedere un po’ di vero freddo, oltre al grande nord, bisogna spostarsi tra l’Europa orientale e la vicina Russia.

    Questa circolazione di tipo “zonale” (ovvero disposta prevalentemente sui paralleli) potrebbe però avere vita breve, in quanto nella seconda parte della settimana le correnti potrebbero nuovamente ondulare vistosamente, mettendo le basi FORSE ad un peggioramento piu’ serio per il primo weekend di aprile per una estesa zona di bassa pressione sull’Europa occidentale.
    La possibilità di questa ondata di maltempo è evidenziata dalla freccia in rosso nel grafico sottostante (che mostra le possibili evoluzioni del tempo nei prossimi 7-10 giorni):

    spaghi

    Come già detto in precedenza, le temperature rimarranno su valori contenuti, con oscillazioni piu’ che altro dovute al grado di copertura del cielo. La quota neve dovrebbe attestarsi sempre intorno ai 1500 metri.

    Tags: , , , , , , , , , , ,


    About the Author

    Meteo Pinerolo, portale di meteorologia del Pinerolese, previsioni ed aggiornamenti costanti a cura di Flavio Cappellano e Giulio Beltramino.



    Back to Top ↑

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie, o cliccando su Accetto acconsenti al loro utilizzo maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi