Previsioni

    Published on novembre 20th, 2015 | by Meteo Pinerolo

    Previsioni weekend 20-22 novembre: prima invernata in arrivo!

    Ormai ci siamo. La lunghissima fase stabile e molto mite (se non calda), avvertita soprattutto in quota, sta per volgere al termine sotto la forte spinta di correnti fredde di diretta estrazione artico-marittima, che a partire da sabato irromperanno sul Piemonte. Inizialmente si presenteranno alle basse quote sotto forma di correnti miti di foehn, ma col passare delle ore la caratteristica molto fredda della massa d’aria in arrivo si farà sentire e da domenica il clima diventerà praticamente invernale con le prime gelate in pianura.

    La diminuzione delle temperature sarà avvertito in maniera molto “soft” in pianura riguardo i valori notturni, poichè l’inversione termica esasperata che ci ha tenuto compagnia per diversi giorni, nebbie comprese, ha favorito il raggiungimento di minime piuttosto basse; anche la diminuzione delle temperature massime sarà tutto sommato modesta (soprattutto nelle zone in cui la nebbia è rimasta anche nelle ore centrali della giornata), in ogni caso da domenica esse faranno molta fatica a superare i 10°C ma con clima soleggiato, secco e ventilato.
    Ben maggiore sarà la sensazione del freddo in arrivo in montagna, poichè si partirà da temperature tipiche di settembre (massime vicine ai 20°C e minime a fatica sotto i 5°C a 1000 metri) a valori nettamente sottozero di notte e appena sopra gli 0°C di giorno alle quote di media montagna. Un vero e proprio “shock termico”!

    Oltretutto il raffreddamento in quota avverrà diverse ore prima rispetto alle basse quote, le quali dovranno aspettare che il vento di foehn si plachi e che la massa d’aria artico-marittima, inizialmente molto fredda solo in quota, si depositi al suolo grazie ad un certo aumento della pressione in quota da domenica/lunedì e alla presenza di piu’ notti serene con la conseguente grossa dispersione di calore.

    La cartina sottostante, relativa alle temperature previste per la mattina di sabato alla quota di 1500 metri (850 hPa), mostra l’ammassamento oltralpe dell’aria fredda, con valori sotto lo zero a tale quota; essa riuscirà ad espandersi nel nord Italia tra sabato e domenica, portando anche in quella zona temperature di alcuni gradi sotto lo zero a 1500 metri (fino a -4/-5 °C).

    T 850 hPa

    Riguardo le precipitazioni, la traiettoria delle correnti fredde a diretto impatto contro le Alpi favorirà fenomeni di un certo rilievo solo oltralpe e nelle zone del nostro versante piu’ vicine alla Francia (quindi tutte le alte valli nostrane). Solo nella serata odierna se lo sfondamento della perturbazione risulterà così accentuato come lo propongono i modelli, le precipitazioni (a carattere piovoso comunque) potrebbero spingersi fino al fondovalle o poco oltre, portate dal forte vento.
    Un freddo secco quindi, che però potrà essere utile per un possibile secondo peggioramento a metà della prossima settimana con quota neve che potrà spingersi fino in pianura…

    Ecco il dettaglio previsionale.

    Venerdì 20 Novembre: cielo poco nuvoloso o parzialmente nuvoloso in mattinata, ma con rapido aumento della nuvolosità in giornata sui monti al confine con la Francia. In pianura persisteranno le nebbie fino all’arrivo del foehn, che però inizialmente non sarà accompagnato da cielo sereno come suo solito ma da un ampio sfondamento del muro di vento. Le precipitazioni risulteranno nevose inizialmente a quote alte, salvo poi aumentare di intensità e crollare di quota fin verso i 1000mt. Gli accumuli nevosi più importanti si avranno in Val D’Aosta e scenderanno spostandosi lungo l’arco alpino fino al Cuneese. Bardonecchia, Alta Val Susa e Sestriere in pole position per la fascia occidentale della regione. A livello di precipitazioni piovose invece lo sfondamento seguirà comunque lo stesso trend geografico, con le piogge che riusciranno a spingersi più a valle nelle zone più settentrionali. Dal pomeriggio foehn che inizierà a soffiare prepotentemente anche in pianura.

    Sabato 21 Novembre: almeno fino alla mattinata cielo ancora nuvoloso sulle pianure, col passare delle ore però la nuvolosità resterà relegata ai rilievi mentre il sereno la sostituirà alle basse quote. Il vento continuerà a soffiare, a tratti anche forte (al solito la Val Susa sarà al top in questa situazione), per tutta la giornata. Una attenuazione è attesa tra la serata e la nottata, prima della definitiva cessazione. La calma di vento darà però l’opportunità alla temperatura di subire il crollo di cui parlavamo sopra, con le minime notturne che arriveranno vicine allo zero in pianura ed invece andranno abbondantemente sotto zero con l’aumentare di quota.

    Domenica 22 Novembre: cielo sereno o poco nuvoloso, il sole tornerà finalmente a splendere ma in un contesto decisamente più freddo (gelido in montagna) con temperature massime intorno ai 10 °C e minime sotto lo zero!

    Buon weekend a tutti!


    About the Author

    Meteo Pinerolo, portale di meteorologia del Pinerolese, previsioni ed aggiornamenti costanti a cura di Flavio Cappellano e Giulio Beltramino.



    Back to Top ↑

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie, o cliccando su Accetto acconsenti al loro utilizzo maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi