Previsioni

    Published on ottobre 6th, 2017 | by Meteo Pinerolo

    Previsioni weekend 6-8 ottobre: sole, un po’ di vento e qualche velatura di passaggio

    La situazione meteorologica nelle ultime ore si sta facendo un po’ più movimentata, a causa del passaggio di un fronte freddo da nord che però sta avendo, come previsto, una traiettoria penalizzante per le precipitazioni nelle nostre zone.
    La porta atlantica “classica”, ovvero quella che permette l’ingresso deciso delle correnti perturbate atlantiche nel cuore del Mediterraneo, rimane ancora chiusa e lo resterà probabilmente per diversi giorni, consentendo soltanto degli ingressi settentrionali delle perturbazioni verso l’Italia; questi ingressi però sono quasi sempre deleteri per le piogge su tutto il Piemonte in generale.

    Venti di foehn sono ancora attivi nelle valli, ma per ora non c’è stato nessun interessamento netto delle zone di pianura; tuttavia nel corso del pomeriggio non è esclusa qualche raffica anche in queste, come dagli ultimissimi aggiornamenti non è esclusa la possibilità di attivazione di qualche isolato piccolo rovescio nella pianura torinese subito prima di sera. Infatti il graduale ingresso veemente dell’aria più fredda dai monti verso le basse quote, sotto forma di raffiche di vento con direttrice nord-sud, potrebbe dare origine a fenomeni “da contrasto” con l’aria più mite pre-esistente, in veloce spostamento verso il cuneese ad inizio serata e poi in rapido dissolvimento prima della mezzanotte.

    Le temperature massime nella giornata odierna risulteranno ancora piuttosto miti, con valori anche superiori a ieri e con punte maggiori di 25 °C in pianura ed in bassa valle. All’arrivo dell’aria fredda verso sera ed il successivo graduale smorzamento del vento, la serenità del cielo prevista nella prossima notte favorirà un netto calo termico, con le temperature che domattina presto potranno addirittura scendere localmente sotto i 5 °C nelle zone di pianura di aperta campagna.
    La cartina sottostante mostra le temperature previste per le 8 di domattina dal modello a scala locale:

    E’ cerchiata la zona in cui sarà possibile registrare valori inferiori ai 5 °C, ovvero all’incirca le zone di aperta campagna lungo il bacino del fiume Po a sud di Torino.

    Ad un sabato mattina piuttosto frizzante seguirà un pomeriggio mite e gradevole, con valori massimi di poco superiori ai 20 °C in pianura; quindi vi sarà una notevole escursione termica diurna, il terreno ideale per potersi ammalare se non vestiti in modo adeguato (leggeri di giorno, pesanti la sera e la mattina)…

    Nel frattempo continuerà la circolazione di aria più fresca in quota dai quadranti settentrionali, sia nella giornata di domani che in quella di domenica, quando un nuova modesta perturbazione da nord lambirà l’Italia interessando in modo più diretto i Balcani.
    La cartina sottostante mostra la situazione barica a livello europeo prevista per la giornata di domenica:

    Si nota il vortice depressionario principale centrato sul Mar Baltico, con quello secondario situato sui Balcani e che accompagnerà il transito della già citata modesta perturbazione da nord. Deboli correnti fresche e secche nord-occidentali in quota scorreranno sopra le nostre teste, mentre le correnti perturbate atlantiche saranno costrette a fluire sulle medie-alte latitudini oceaniche per la presenza ingombrante di una forte ed estesa area di alta pressione tra il vicino Atlantico e l’Europa occidentale.

    La giornata di domenica pertanto vedrà un cielo generalmente sereno o poco nuvoloso per l’intera giornata sia sui monti che in pianura, a parte il transito veloce a tratti di velature assolutamente innocue. Le temperature minime saranno in lieve aumento rispetto a sabato, con valori compresi tra 5 °C e 10 °C in pianura; le massime si porteranno su valori appena superiori ai 20 °C, quindi sempre gradevoli.

    Buon weekend a tutti!

    Tags: , , , , , , , , , ,


    About the Author

    Meteo Pinerolo, portale di meteorologia del Pinerolese, previsioni ed aggiornamenti costanti a cura di Flavio Cappellano e Giulio Beltramino.



    Back to Top ↑

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie, o cliccando su Accetto acconsenti al loro utilizzo maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi