Senza categoria

    Published on febbraio 5th, 2016 | by Meteo Pinerolo

    Previsioni weekend 5-7 febbraio: intensa perturbazione atlantica da ovest, ma…

    Udite, udite… in questo weekend transiterà una perturbazione atlantica da ovest carica di pioggia e neve!
    Dopo moltissimo tempo in cui l’alta pressione, con i massimi posizionati o sopra di noi o tra Spagna e vicino Atlantico, impediva l’ingresso franco delle correnti perturbate atlantiche almeno su parte del Mediterraneo centro-occidentale, finalmente il tempo torna a peggiorare in modo non trascurabile sul nord Italia.

    E fin qui sembra un’ottima notizia per le nostre terre ormai molto assetate e per i monti che desiderano, com’è normale, rivestirsi di bianco fino alle medie-basse quote. Peccato che, a meno di cambiamenti dell’ultima ora, le correnti che accompagneranno il passaggio della perturbazione non saranno molto favorevoli a precipitazioni consistenti nelle nostre zone, soprattutto quelle di pianura e pedemontane.
    Infatti le correnti in quota previste tra sabato e domenica saranno di direttrice prevalente da S-SW e non da S-SE come sarebbe necessario per un peggioramento veramente incisivo per le nostre zone. Solo al passaggio del fronte freddo atteso nel pomeriggio di domenica, poco prima della rotazione delle correnti da NW, sarà piu’ probabile una veloce passata piovosa/nevosa degna di nota; per il resto, il vento da SW (Libeccio) porterà maggiore umidità (e quindi maggiori precipitazioni) sulle Alpi marittime e sul Piemonte settentrionale al confine con la Lombardia.

    La cartina sottostante mostra le precipitazioni cumulate in 24 ore previste tra le 12 di sabato e le 12 di domenica:

    piogge 24h

    Si notano i 2 picchi precipitativi sulle Alpi marittime e sul Piemonte settentrionale, con la possibilità di superare agevolmente i 50 cm di neve accumulata sopra i 1500 metri. Precipitazioni decisamente piu’ deboli ed intermittenti invece nelle pianure tra torinese e cuneese, anche se non è da escludere un breve momento di pioggia moderata nel corso di domenica.

    La cartina seguente invece mostra la situazione barica prevista a livello europeo per le ore centrali di domenica:

    mappa 500 hPa europa

    L’alta pressione si ritira verso l’oceano Atlantico, permettendo l’inserimento della perturbazione su parte dell’Italia, col fronte freddo in procinto di raggiungere le Alpi occidentali.

    La fase di maltempo avrà termine verso la sera di domenica con la rotazione delle correnti in quota da NW, ma nella prossima settimana non dovrebbero mancare altre occasioni per piogge e nevicate in montagna.

    Ecco il dettaglio previsionale.

    Venerdì 5 febbraio: cielo sereno o poco nuvoloso per l’intera giornata, con velature a tratti con direttrice nord-sud. Un po’ di freddo al mattino con valori intorno a 0 gradi, mentre le temperature massime si porteranno intorno ai 10 gradi.

    Sabato 6 febbraio: progressivo aumento della nuvolosità già dal mattino per l’arrivo di aria più umida da S-SW a precedere l’arrivo della perturbazione. Cielo molto nuvoloso o coperto a partire dal pomeriggio, con le prime deboli piogge sparse sui monti e sul Piemonte settentrionale in generale; precipitazioni più intense dalla sera, soprattutto su alto Piemonte e Alpi marittime ma possibili un po’ dappertutto. Temperature massime in calo, con valori intorno ai 5°C, mentre le minime risaliranno leggermente portandosi su valori poco diversi dalle massime. Zero termico oscillante tra 1000 e 1500 metri, con quota neve intorno agli 800-1000 metri.

    Domenica 7 febbraio: cielo coperto almeno fino all’ora di pranzo, con precipitazioni generalmente moderate o a tratti intense su Alpi marittime e alto Piemonte. Meno interessata la pianura tra torinese e cuneese, tuttavia una passata d’acqua più decisa potrà avvenire al momento del passaggio del fronte freddo atteso nelle ore centrali della giornata. Nel pomeriggio rotazione delle correnti in quota da NW e prime aperture del cielo a partire da W, fino ad avere cielo poco nuvoloso in serata. Temperature circa stazionarie, così come lo zero termico, con quota neve intorno ai 1000 metri, forse più in basso nel cuneese e in qualche vallata più stretta. Neve cumulata fino a 50 cm oltre i 1500 metri su Alpi marittime e alto Piemonte, 20-30 cm sulle nostre vallate.


    About the Author

    Meteo Pinerolo, portale di meteorologia del Pinerolese, previsioni ed aggiornamenti costanti a cura di Flavio Cappellano e Giulio Beltramino.



    Back to Top ↑

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie, o cliccando su Accetto acconsenti al loro utilizzo maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi