Previsioni

    Published on febbraio 23rd, 2018 | by Meteo Pinerolo

    Previsioni weekend 23-25 febbraio: fase di maltempo invernale, culminante con la botta gelida di domenica!

    Dalla giornata di ieri è ufficialmente partita la fase di maltempo, prettamente invernale, che sta portando (e porterà) un bel carico di neve fino a quote basse e che culminerà con l’arrivo di un’ondata di gelo intenso a partire da domenica, terminando forse con una seria nevicata “da addolcimento termico” tra mercoledì e venerdì prossimo.

    Da alcune ore, grazie soprattutto all’intensificarsi delle precipitazioni, la pioggia ha lasciato il posto alla neve fino in pianura nel pinerolese con i primi cm di accumulo sui prati. I fiocchi di neve potrebbero lasciare il posto alla pioggia/pioggia mista a neve nel corso del pomeriggio, per un leggero aumento termico (1-2°C) dovuto all’indebolimento delle precipitazioni combinato ad un certo riscaldamento delle ore centrali del giorno, ormai influente, nonostante la nuvolosità compatta, data la stagione avanzata.
    Nuova intensificazione delle precipitazioni verso sera, grazie all’arrivo di altri nuclei precipitativi da E-SE che ne favoriranno la persistenza almeno fino alla mattinata di sabato. I fenomeni risulteranno spesso moderati ma a tratti anche forti, con diversi cm di neve previsti sopra i 500-600 metri (fino a 20-25 cm) e con i fiocchi che potranno raggiungere nuovamente le zone di pianura, con accumuli però di soli pochi cm (a meno di una maggiore tenuta del freddo alle quote più basse). Temperature comprese tra 0 °C e 3-4 °C in pianura per l’intera giornata, zero termico sui 500-600 metri.

    La giornata di domani partirà, come già detto prima, con nubi compatte e precipitazioni di un certo peso, grazie al continuo afflusso di correnti umide ma non fredde da E-SE verso il Piemonte come è evidenziato nella cartina sottostante, che mostra i venti previsti alla quota di circa 3000 metri per domattina:

    Si nota la presenza di un vortice depressionario centrato sulla Corsica, con una circolazione antioraria (ovvero ciclonica) dei venti al suo interno. Di conseguenza la direzione dei venti sopra le nostre teste sarà da E-SE, favorendo il richiamo di nubi e precipitazioni dal Mar Tirreno verso il pinerolese.

    I fenomeni potrebbero persistere, senza una loro completa cessazione, fino al pomeriggio-sera, seppur con un’intensità inferiore rispetto alla mattina e con una quota neve che ancora una volta si alzerà verso i 500-600 metri. Altri cm di neve sono attesi sopra i 500 metri, in aggiunta a quelli caduti nelle ore precedenti, fino ad arrivare ad accumuli prossimi al metro sopra i 1000 metri e sui 30-40 cm sopra i 500-600 metri.

    Dalla tarda serata inizieranno a soffiare i venti gelidi dall’est europeo, di recente estrazione russo-siberiana, verso la Valpadana e quindi verso il pinerolese in nottata.
    La cartina sottostante mostra la situazione barica a livello europeo prevista per domenica mattina:

    Si nota l’anomala presenza di una fascia di alte pressioni tra il Regno Unito e le isole Svalbard (in piena regione artica!), con le correnti perturbate atlantiche costrette a deviare in modo prepotente verso nord e a portare la loro mitezza verso l’Islanda e addirittura le regioni artiche. L’anomalo anticiclone nordico presenta anche una componente di tipo “termica” tra Scandinavia e Russia, con pressioni piuttosto elevate a livello del suolo come conseguenza della presenza di aria gelida (e quindi più pesante) nei bassi strati (lettera “A” in grigio). Ai bordi meridionali di questo anticiclone si trova un vortice depressionario, colmo di aria gelida sia in quota che al suolo, in rapido movimento verso W-SW; esso raggiungerà tra domenica e lunedì l’Europa centrale ed il nord Italia, portando una severa ondata di gelo che farà sicuramente parlare di sè.
    Sui mari italiani è ancora presente quello che resta della depressione responsabile del maltempo di queste ore, che fungerà da calamita per l’aria gelida verso il centro-nord Italia.

    L’afflusso dell’aria gelida verso le nostre zone, mediante tesi venti da est in Valpadana, sarà accompagnato da nuove nevicate deboli o a tratti moderate (anche a carattere di bufera) per l’intera giornata di domenica, questa volta sicure fino in pianura e con alto grado di attecchimento su tutte le superfici. Infatti le temperature di domenica risulteranno molto probabilmente negative per l’intera giornata, che pertanto si presenterà “glaciale” come mai era più successo negli ultimi anni. A fine giornata non sono esclusi accumuli nevosi ulteriori fino a 10-15 cm nella pianura pinerolese, col rischio di vedere i fiocchi scendere fino alla notte su lunedì.

    Situazione molto dinamica e suscettibile di variazioni dell’ultimo momento, non mancheranno ulteriori aggiornamenti!

    Tags: , , , , , , , , , , , , , , , ,


    About the Author

    Meteo Pinerolo, portale di meteorologia del Pinerolese, previsioni ed aggiornamenti costanti a cura di Flavio Cappellano e Giulio Beltramino.



    Back to Top ↑

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie, o cliccando su Accetto acconsenti al loro utilizzo maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi