Previsioni

    Published on febbraio 4th, 2018 | by Meteo Pinerolo

    Previsioni settimana 5-8 febbraio: si rivede a tratti la neve a quote basse (anche in pianura?)

    Nel corso di questo weekend l’aria fredda di origine artico-continentale è riuscita almeno in parte a dilagare dall’Europa orientale verso quella occidentale riportando un clima prettamente invernale, sebbene la massa d’aria più gelida sia rimasta (e rimarrà) sulla vicina Russia.
    Sul nord Italia solo degli “spifferi” di aria fredda da est sono riusciti a fare il loro ingresso, sufficienti a raffreddare tutte le quote in modo da avere nuovamente deboli gelate in pianura e valori massimi generalmente inferiori a 10 °C nonostante il sole.

    In queste ore il tempo è in via di peggioramento per l’arrivo di una perturbazione da sud-ovest, generata dal contrasto tra l’aria fredda giunta fin sulla Spagna e le più calde acque del Mediterraneo occidentale, che allo stesso tempo ha dato vita ad una circolazione depressionaria che condizionerà il tempo sulle nostre zone per i prossimi 3-4 giorni.
    Gli ultimi aggiornamenti dei modelli vedono un doppio peggioramento sul pinerolese, e sul Piemonte in generale, da ora fino a mercoledì: il primo avverrà nella prima parte della giornata di domani e la seconda tra martedì sera e mercoledì mattina. Entrambi saranno caratterizzati da una risalita di nubi e precipitazioni dal mar Ligure, che risulteranno più intense sul basso Piemonte e nevose fino in pianura.

    Andando in dettaglio nel primo peggioramento, i primi fenomeni sono già in atto sul basso Piemonte e nelle prossime ore si estenderanno su buona parte della regione, pinerolese compreso. Il momento clou è previsto nella mattina di domani, quando le precipitazioni saranno diffuse ma probabilmente di un certo peso solo sul cuneese e forse sulle zone montane nostrane; sulla pianura tra Pinerolo e Torino l’intensità risulterà per lo più debole, con la conseguenza anche che i fiocchi di neve non riescano ad avere la meglio sulla pioggia sotto i 400-500 metri, date anche le temperature non così basse nei bassi strati.
    Il modello a scala locale infatti non è convinto sulla neve in pianura sul torinese, come si vede nella cartina sottostante:

    Nevicate deboli/moderate sono previste su tutto il cuneese, la collina torinese e le zone del pinerolese sopra i 400-500 metri. Sulla pianura piemontese ad est di Torino prevarrà della pioggia mista a neve, mentre su quella pinerolese si resterà al limite, con la neve che riuscirà a prevalere probabilmente solo in caso di precipitazioni moderate.

    Il risultato sarà di una spolverata o qualche cm a quote collinari (10-15 cm in montagna) e neve coreografica e senza accumulo sotto i 400 metri, con temperature che per l’intera giornata di domani rimarranno inchiodate tra 1 °C e 4 °C. Non è però esclusa la sorpresa di una imbiancata anche in pianura in caso di fenomeni un po’ più intensi.

    Tra la serata di domani e la prima parte di martedì ci sarà una temporanea cessazione delle precipitazioni, sebbene il cielo rimanga molto nuvoloso o coperto con pioviggini sparse miste a fiocchetti di neve.
    Nel corso del pomeriggio di martedì il tempo tenderà nuovamente a peggiorare per la risalita di altre precipitazioni dal mar Ligure, che ancora una volta interesseranno maggiormente il basso Piemonte. Il pinerolese sembra preso abbastanza bene, con fenomeni deboli o a tratti moderati e quota neve simile a quella di domani (con gli stessi dubbi sulla caduta dei fiocchi sotto i 400-500 metri).
    La cartina sottostante mostra la situazione barica a livello europeo prevista per martedì sera:

    Si nota la circolazione depressionaria sul Mediterraneo occidentale, alimentata da aria fredda di origine artica e che spinge verso l’Italia corpi nuvolosi carichi di pioggia e neve fino a bassa quota sulle regioni settentrionali. Un lago di aria gelida staziona tra Scandinavia e Russia, mentre l’anticiclone delle Azzorre rimane lontano in aperto oceano Atlantico.

    Il clou di questo secondo peggioramento dovrebbe avvenire nella notte tra martedì e mercoledì, con precipitazioni diffuse solo a tratti moderate e temperature sempre stazionarie appena sopra gli 0 °C in pianura. Rimangono tuttavia incertezze sull’entità dei fenomeni nel pinerolese, da cui dipenderà anche la caduta della neve fino in pianura.
    Tra il pomeriggio e la serata di mercoledì il tempo inizierà a migliorare in modo più netto, con le prime schiarite che diverranno più ampie nella giornata di giovedì, quando il sole dovrebbe tornare a farsi vedere in  modo convinto (nebbie permettendo). Le temperature di conseguenza saliranno nelle massime, con valori poco superiori ai 5 °C in pianura, e scenderanno nelle minime col ritorno delle gelate diffuse.

    Tags: , , , , , , , , , , , ,


    About the Author

    Meteo Pinerolo, portale di meteorologia del Pinerolese, previsioni ed aggiornamenti costanti a cura di Flavio Cappellano e Giulio Beltramino.



    Back to Top ↑

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie, o cliccando su Accetto acconsenti al loro utilizzo maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi