Previsioni

    Published on dicembre 10th, 2017 | by Meteo Pinerolo

    Previsioni settimana 11-14 dicembre: si parte col maltempo, poi breve intervallo piu’ stabile (ma freddo!)

    Siamo entrati ormai da diverse ore nel pieno della prima fase di questa ondata di maltempo, con una prima perturbazione in transito che però ha scaricato gran parte delle precipitazioni oltralpe, ad eccezione di un loro sconfinamento verso le medie-alte valli nostrane. La causa è data dalle correnti in quota tese da W-SW, facilmente schermate dalle Alpi occidentali e quindi rese molto più secche (ed improduttive) durante il transito sopra le basse valli e le zone di pianura del pinerolese; solo in brevi momenti le precipitazioni sono riuscite ad espandersi verso la pianura, sfiorando Pinerolo e dintorni.

    Nelle prossime ore, soprattutto in nottata, si assisterà ad una graduale rotazione delle correnti in quota da S-SW, che precederanno l’arrivo della seconda e più intensa perturbazione atlantica.
    Esse riusciranno ad eludere parzialmente la protezione offertaci dalle montagne, garantendo un maggior afflusso di aria umida e quindi propensa alle precipitazioni anche nelle zone di pianura del pinerolese. Tuttavia esse risulteranno deboli e a carattere sparso ed intermittente, sebbene a carattere nevoso stante le temperature ancora ottimali tra il livello del suolo ed i 1000 metri di quota.

    Il momento clou del maltempo per le nostre zone avverrà tra la tarda mattinata e la serata di domani, quando il transito della parte più attiva della seconda perturbazione favorirà momentaneamente precipitazioni diffuse deboli o moderate sul pinerolese. Ma il continuo afflusso di aria mite da SW metterà a dura prova la tenuta del freddo alle quote medio-basse, con la neve che potrebbe lasciare il posto alla pioggia (magari mista a neve) nel corso di domani pomeriggio; non è esclusa neanche la possibilità della cosiddetta “pioggia congelantesi”, nel caso in cui ad una netta scaldata alle medie quote si contrappongano temperature ancora negative al suolo.
    Il dubbio che ancora sussiste sulla tenuta del freddo alle varie quote si ripercuote anche sull’entità del possibile accumulo nevoso a fine evento sotto i 500 metri: se girasse in pioggia già nelle ore centrali di domani, i pochi cm di neve (al massimo) che potrebbero cadere fino a domattina verrebbero velocemente  fusi, altrimenti si potrebbe sperare di accumulare anche una decina di cm entro domani sera. Nessun problema invece sopra i 600-700 metri di quota, con accumuli che potrebbero raggiungere o addirittura superare i 50 cm sopra i 1000 metri a fine peggioramento.

    Dalla tarda serata di domani il tempo tenderà velocemente a migliorare, grazie all’allontanamento verso est della perturbazione ed alla contemporanea rotazione delle correnti in quota da NW.
    Un po’ di nuvolosità residua dovrebbe resistere fino a martedì mattina, prima di un miglioramento più deciso nelle ore centrali del giorno, con ampie schiarite; fanno eccezione i rilievi al confine con la Francia, dove potrebbero cadere altri fiocchi fino al pomeriggio, poi il cielo diverrà sereno o poco nuvoloso anche lì.

    L’intervallo stabile e soleggiato durerà fino al primo pomeriggio di mercoledì, quando è previsto l’avvicinarsi di una nuova perturbazione nord-atlantica, che influenzerà il tempo nelle nostre zone nel corso di giovedì. La sua traiettoria pare ancora una volta penalizzante per le precipitazioni sulle zone di bassa valle e di pianura del pinerolese, ma i dettagli non sono ancora ben definiti.
    La cartina sottostante mostra la situazione barica a livello europeo prevista per la giornata di mercoledì:

    Si nota l’ormai modesta saccatura depressionaria, responsabile del maltempo dei giorni precedenti, in spostamento verso l’Europa orientale. Al suo seguito affluiscono venti più freddi dai quadranti nord-occidentali, mentre l’alta pressione rimarrà con i suoi Massimino pieno oceano Atlantico. Più a nord scorrono le correnti perturbati atlantiche, che nel corso di giovedì piloteranno una nuova perturbazione verso l’Europa centrale ed il nord Italia.

    La serenità del cielo durante le ore notturne tra martedì e mercoledì, il nuovo afflusso di aria più fredda da NW e l’eventuale presenza di un uniforme manto nevoso potranno favorire un deciso calo delle temperature minime in pianura, con valori anche inferiori a -10 °C (comunque sotto i -5 °C) nella zona delimitata in nero nella cartina sottostante, riferita a mercoledi mattina:

    Dovrebbe essere la mattina più fredda del periodo, mentre nelle altre giornate risulterà difficile scendere sotto i -5 °C complice la maggiore nuvolosità. Le massime saranno intorno agli 0 °C in pianura domani, per poi aumentare portandosi intorno ai +5 °C sia martedì che mercoledì ed infine diminuire leggermente giovedì.

    Buon inizio di settimana a tutti!

    Tags: , , , , , , , , , , , , , ,


    About the Author

    Meteo Pinerolo, portale di meteorologia del Pinerolese, previsioni ed aggiornamenti costanti a cura di Flavio Cappellano e Giulio Beltramino.



    Back to Top ↑

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie, o cliccando su Accetto acconsenti al loro utilizzo maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi