News

    Published on gennaio 29th, 2015 | by Meteo Pinerolo

    Perturbazione in arrivo e sfondamento: fin dove arriveranno le precipitazioni?

    Per una volta siamo sicuri di poter affermare una cosa con totale certezza: dove ci saranno le precipitazioni sarà sicuramente neve! Ora però viene il difficile, fin dove riusciranno a sfondare i fenomeni in nottata prima dell’arrivo del foehn?

    La previsione in queste situazioni si può basare su due fattori: i modelli previsionali e le esperienze passate. Infatti per quanto l’atmosfera sia un sistema caotico, alcune situazioni sono ripetitive nelle loro caratteristiche ed in determinati casi è più facile basarsi su avvenimenti simili accaduti in passato che non sulla mera interpretazione dei modelli fisico-matematici.

    Partiamo comunque prima da questi ultimi. Le cartine riguardanti le precipitazini mostrano due dati di fatto:

    – accumuli anche importanti sui rilievi di confine, con la Val D’Aosta in pole position;

    – sfondamento delle precipitazioni fin verso i fondovalle e sulle pianure.

    giovedì

    Venerdì

    Il capitolo “pianure” però è complesso. Pare saranno interessate le pianure da Torino verso nord e nord ovest (Canavese e valli di Lanzo) mentre le briciole (ad essere fortunati) saranno riservate al Pinerolese ed ancora meno al Cuneese (questo stando alle cartine sopra riportate). Altri modelli propongono un maggior sfondamento con interessamento addirittura di Astigiano ed Alessandrino, confermando però il buco Pinerolese-Cuneese.

    Da questo punto bisogna tirar fuori l’esperienza passata per provare ad elaborare una previsione attendibile. Esempio più recente, lo scorso 27 Dicembre. Situazione pressochè identica, finì con circa 20 minuti di neve anche moderata nel Pinerolese e qualche centimetro di accumulo nel Canavese. Tutto lascia pensare che l’evoluzione di stanotte sarà simile, non ci sono grossi indizi che lascino pensare a qualcosa di più che neve coreografica qui in zona mentre l’alto Torinese potrebbe vedere fenomeni più intensi.

    Sui nostri rilievi invece gli accumuli potranno essere di alcune decine di centimentri sui crinali più alti, a scendere di intensità con lo spostamento verso est.

    Domani il tempo migliorerà velocemente anche grazie al vento di foehn che quasi sicuramente interesserà anche le pianure. Attenzione al freddo molto intenso in montagna!


    About the Author

    Meteo Pinerolo, portale di meteorologia del Pinerolese, previsioni ed aggiornamenti costanti a cura di Flavio Cappellano e Giulio Beltramino.



    Back to Top ↑

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie, o cliccando su Accetto acconsenti al loro utilizzo maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi