News

    Published on novembre 24th, 2016 | by Meteo Pinerolo

    Maltempo atto secondo: dopo un lungo aperitivo e l’antipasto, tra poco il piatto principale! (molto indigesto)

    Abbiamo usato un titolo con toni poco drammatici ed anche un po’ scherzosi… purtroppo non c’è molto da ridere!

    Più volte è stato ribadito che questo sarebbe stato un periodo di maltempo prolungato e potenzialmente in grado di creare problemi in certe zone.
    Si sapeva anche che le nostre zone sarebbero state risparmiate dai fenomeni più intensi in una prima fase, ovvero da lunedì a mercoledì, a scapito dell’alto Piemonte e delle zone al confine tra Liguria e Piemonte, dove il maltempo non ha scherzato e moltissimi mm di pioggia sono caduti nelle ultime 36-48 ore. La nostra ora sarebbe giunta nel corso di giovedì, con molte ore di pioggia a tratti molto intensa da diluvio e rigonfiamento pericoloso dei corsi d’acqua secondari.

    Quello che è cambiato negli ultimi aggiornamenti è la durata del periodo critico riguardo l’intensità delle precipitazioni, ora previsto iniziare tra qualche ora e durare almeno fino alle prime ore di venerdì, con la possibilità di un ulteriore prolungamento in mattinata.
    Sono abbastanza allarmanti le stime attuali della pioggia cumulata prevista nelle prossime 24-36 ore nel pinerolese, con valori praticamente alluvionali se non che la quota neve dovrebbe attestarsi sui 1700-1800 metri ed impedire gravi rischi sulla portata dei torrenti principali come il Pellice ed il Chisone. Tale quota però sarà troppo alta per limitare i rischi sui corsi d’acqua che sorgono in bassa-media montagna, come il Lemina ed il Chisola.

    Tale pericolosa situazione creatasi ha origine innanzitutto da una configurazione barica a livello europeo particolare, come si nota nella cartina sottostante relativa alla sera di giovedì:

    mappa-500-hpa-europa

    Un vortice depressionario profondo ed esteso centrato sulla penisola iberica, chiuso a tenaglia da una “cintura” di alte pressioni e quindi isolato dalle correnti perturbate atlantiche. Ciò faciliterà la “pigrizia” nell’evoluzione di tale vortice, che rimarrà pressoché stazionario sul posto per molte ore e pertanto convogliera` continuamente correnti miti e molto umide sciroccali sulle zone occidentali d’Italia.
    Zoomando sul Piemonte, la disposizione delle correnti in quota nelle prossime ore da E-SE favorirà un impatto diretto della massa d’aria umida sui nostri monti, scaricando tantissimi mm di pioggia in poco tempo (fino ad ora le correnti erano disposte da S-SE ed hanno impattato maggiormente sull’alto Piemonte e le zoneval confine con la Liguria).

    Ritornando alle stime della pioggia cumulata prevista dai modelli, vi presentiamo di seguito gli ultimi aggiornamenti di 3 diversi modelli a scala limitata:

    piogge-24h

    Qui sono previsti valori ben oltre i 100 mm in 24 h sul Piemonte occidentale, con punte sui 200 mm ed anche oltre sulle zone pedemontane del torinese. Bisogna notare però che si riferisce al periodo tra il pomeriggio di domani e la mattina di venerdì, per cui bisogna ancora aggiungere i mm che cadranno tra stanotte e domattina (probabilmente una cinquantina).

    piogge-cumulate-42-h

    Qui invece il range temporale di calcolo della pioggia cumulata è più ampio (42 h), da ora alle prima mattina di venerdì (altri mm potrebbero ancora cadere fino all’ora di pranzo). Il modello ci va giù pesante, con valori previsti oltre i 200 mm su Canavese, torinese occidentale e basso cuneese e addirittura punte oltre i 400 mm sulle zone pedemontane e montane più vicine alla pianura tra Canavese, pinerolese e saluzzese!
    Si spera in una sovrastima, perché sono valori da alluvione (400 mm di pioggia sono già un quantitativo abbondante di una normale stagione autunnale!).

    piogge-cumulate-84-h

    Anche quest’ultimo modello calca la mano, con un valore stimato fino a 400 mm sulle solite zone in tutta la durata della fase clou del maltempo.

    Insomma, un accordo tra i modelli che preoccupa abbastanza… speriamo che abbiano sovrastimato, altrimenti dopo l’aperitivo di lunedì e martedì, l’antipasto di mercoledì ed il piatto principale di giovedì/venerdì il pasto risulterà molto indigesto ed il conto parecchio salato!

    Tags: , , , , , , , ,


    About the Author

    Meteo Pinerolo, portale di meteorologia del Pinerolese, previsioni ed aggiornamenti costanti a cura di Flavio Cappellano e Giulio Beltramino.



    Back to Top ↑

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie, o cliccando su Accetto acconsenti al loro utilizzo maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi