News

    Published on ottobre 1st, 2015 | by Meteo Pinerolo

    Il Tempo col Binocolo: ultimi scampoli di freddo (col maltempo finale), poi via alla classica “ottobrata”!

    E’ stato ampiamente previsto e puntualmente si è verificato: un primo assaggio, fuori stagione, di freddo tipico di inizio novembre ha preso piede nelle nostre zone e non ci lascerà prima di venerdì.
    Una particolare configurazione barica a livello europeo (piu’ frequente nel periodo invernale) ha favorito l’afflusso per piu’ giorni di aria fredda (per il periodo) dalla Russia verso l’Europa centrale, il nord Italia e addirittura Francia e Spagna. Dopo un primo nucleo di aria molto fresca in quota transitato nella notte tra lunedì e martedì, un secondo e piu’ corposo pacchetto di aria fresca sta per raggiungere in queste ore il nord Italia, portando altre deboli precipitazioni sulle nostre zone per lo sbarramento indotto dai monti nei confronti delle correnti da est.

    Ma non è finita assolutamente qui, perchè l’aria fredda in arrivo andrà ad alimentare un vortice depressionario ora presente a ridosso della Sardegna, che oltretutto verrà forzato a dirigersi verso il mar Ligure tra domani sera e venerdì; la forte perturbazione associata verrà pertanto spinta verso il Piemonte e la Liguria tramite correnti piu’ miti e molto umide di Scirocco.
    I modelli prevedono cumulate precipitative notevoli su torinese e cuneese da venerdì a sabato mattina, con quota neve inizialmente sui 1000-1300 metri (anche piu’ in basso sul cuneese, con Cuneo che rischia di vedere neve mista a pioggia) e in graduale risalita sopra i 1500-1700 metri a fine evento, quando il mite Scirocco avrà eroso lo strato di aria fredda depositatosi sul Piemonte. Sopra i 2000 metri possibili accumuli fino a mezzo metro, soprattutto sul cuneese!

    Dopo una seconda parte di sabato di “transizione”, la particolare traiettoria del nucleo freddo da est transitato sopra le nostre teste giovedì (che nel frattempo avrà raggiunto la Francia) farà sì che esso venga rimbalzato nuovamente verso di noi dal ritorno delle correnti atlantiche sull’Europa occidentale. Il nucleo freddo sarà accompagnato da una perturbazione che farà peggiorare nuovamente il tempo tra sabato e domenica nelle nostre zone, con rovesci in spostamento da SW verso NE; il ritorno di aria piu’ fredda farà calare nuovamente la quota neve sui 1500 metri.
    Stavolta però il peggioramento sarà abbastanza veloce, con un definitivo miglioramento nel pomeriggio di domenica a partire da ovest. Nel frattempo la perturbazione si sposterà verso le regioni adriatiche, lasciando il posto ad un promontorio di alta pressione che ci proteggerà almeno fino a giovedì. Nella cartina sottostante è mostrata la situazione barica prevista per lunedì:

    mappa 500 hPa europa

    Si nota appunto l’allontanamento del nucleo di aria fredda verso l’Adriatico e la concomitante timida espansione di dell’anticiclone africano verso l’Europa occidentale, nostre zone comprese. Timida ma sufficiente a riportare il sole ed un clima nettamente piu’ mite rispetto a quello attuale, con massime in pianura nuovamente intorno ai 25°C e rapida fusione della neve appena caduta sotto i 2000 metri.

    Dopo la parentesi stabile e mite (la classica “ottobrata”), l’evoluzione del tempo vedrà il contrapporsi dell’alta pressione con le correnti perturbate atlantiche. Ad ora non si sa come andrà a finire questa lotta, anche se sembra piu ‘probabile una sorta di parità, col passaggio di una modesta perturbazione tra venerdì e sabato e il pronto ritorno a condizioni piu’ stabili. Al 99% in ogni caso il clima resterà mite almeno fino al weekend 10-11 ottobre, pioggia o meno.

    Insomma, una settimana molto movimentata con alternanza di freddo/pioggia e sole/mitezza, con le montagne che si rivestiranno, per la prima volta in questa stagione, di una coltre di neve abbastanza spessa fino alla quote medie (anche se, come è normale per il periodo in cui siamo, non è neve che riuscirà a tenere per molti giorni, almeno sotto i 2500 metri).
    Il grafico relativo alle possibili evoluzioni del tempo nei prossimi 7-10 giorni riassume bene ciò che è stato detto fino ad ora:

    spaghi

    Tags: , , , , , , , , , , , , ,


    About the Author

    Meteo Pinerolo, portale di meteorologia del Pinerolese, previsioni ed aggiornamenti costanti a cura di Flavio Cappellano e Giulio Beltramino.



    Back to Top ↑

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie, o cliccando su Accetto acconsenti al loro utilizzo maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi